12212354216_c6622f079f_b.jpg
ornella-binni-224982.jpg
pexels-photo-160191.jpeg
12212354216_c6622f079f_b.jpg

Magari


(interiezione, dal greco μακάρι)

Letteralmente, che dona felicità. Espressione che manifesta forte desiderio; si usa inoltre come risposta affermativa, per esprimere adesione piena a proposta di cosa ritenuta difficilmente raggiungibile.

SCROLL DOWN

Magari


(interiezione, dal greco μακάρι)

Letteralmente, che dona felicità. Espressione che manifesta forte desiderio; si usa inoltre come risposta affermativa, per esprimere adesione piena a proposta di cosa ritenuta difficilmente raggiungibile.

Sottoponici il tuo manoscritto

come funziona...

Vogliamo leggere con la dovuta attenzione tutto ciò che riceviamo, quindi ogni mese siamo in grado di prendere in considerazione un solo manoscritto per autore, fino a un massimo di 30. Il sistema di invio si disabilita automaticamente al raggiungimento di tale quota.

L'agenzia ricontatterà soltanto gli autori che intende rappresentare. Tutti gli altri riceveranno un garbato (e non motivato) rifiuto.

Per tutti coloro che desiderassero una valutazione più approfondita del proprio testo, l'agenzia offre una serie di servizi editoriali consultabili in questa pagina.

cosa cerchiamo...

Una nuova voce narrativa, che spicchi sopra tutte le altre.
Storie che non si vogliano abbandonare - e questo è un aspetto assolutamente cruciale. Il tuo romanzo deve essere originale, avvincente, indimenticabile.
Libri che diventino oggetto di conversazione; che facciano sì che i lettori vogliano parlare dei loro personaggi e di ciò che vi accade.
Romanzi che sappiano rivolgersi al più ampio pubblico possibile ma che siano in grado di essere comunque facilmente riconoscibili, e a loro modo unici.

 

Per il mese di dicembre abbiamo raggiunto il numero massimo di candidature.

Riapriremo le selezioni lunedì 8 gennaio alle 8.30

 

 

 

 

ornella-binni-224982.jpg

IKTSUARPOK


(sostantivo, dal'inuit 익트수아르포크라는)  

La frustrazione che si prova quando si aspetta qualcuno in ritardo.

IKTSUARPOK


(sostantivo, dal'inuit 익트수아르포크라는)  

La frustrazione che si prova quando si aspetta qualcuno in ritardo.

pexels-photo-160191.jpeg

YoungAdult


(sostantivo, dall'inglese)

Letteralmente giovaneadulto. È un filone narrativo nato negli anni ’20 del ventesimo secolo, diretto successore del Bildungsroman, e che ancora oggi non smette di avere una notevole fortuna tra il pubblico.

YoungAdult


(sostantivo, dall'inglese)

Letteralmente giovaneadulto. È un filone narrativo nato negli anni ’20 del ventesimo secolo, diretto successore del Bildungsroman, e che ancora oggi non smette di avere una notevole fortuna tra il pubblico.

Letteratura per l'infanzia, young adult, new adult

(o anche libri per bambini, ragazzi e adulti mai cresciuti davvero)


Come suggerisce il nome, lo Young Adult è un tipo di romanzo che nasce, almeno sulla carta, per un pubblico giovane. I lettori di riferimento sono i cosiddetti “giovani adulti”, ragazzi compresi indicativamente tra i dodici e i diciotto anni. Il pubblico ideale dello YA ha un’età che socialmente viene considerata troppo matura per dedicarsi ai romanzi per bambini, ma troppo acerba per potersi interessare ai romanzi per adulti. Ma è poi vero che solo i ragazzi comprano questi romanzi? La realtà dei fatti, confermata dai dati di vendita, è che l’età delle persone che li acquistano arriva ben oltre i quarant’anni. Sia in Italia che all’estero non è una sorpresa trovare sulle pagine social degli autori YA più noti commenti entusiastici di persone che sono ben al di là del loro più evidente pubblico di riferimento, ma che non si perdono un’uscita delle loro saghe preferite.

Come il pubblico a cui si rivolgono, così i protagonisti della letteratura YA sono giovani, teenagers o adolescenti da poco maggiorenni, quasi sempre in età scolastica. Affrontano i problemi classici del romanzo di formazione, con connotazioni tipicamente moderne: la relazione problematica con la famiglia e la scuola, le prime esperienze con alcol o droga, i primi amori, ma anche il desiderio di fuga (spesso in mondi fantastici). In ogni caso, si tratta di un processo di crescita che porta alla responsabilizzazione dei personaggi, che si avviano verso l’età adulta.
Il linguaggio utilizzato in questi romanzi è diretto, ricco di termini giovanili e neologismi che aspirano a catturare l’attenzione di un lettore adolescente, nel tentativo di aumentarne l’immedesimazione.

Lo YA in sé non è un vero e proprio genere letterario, come il giallo o il rosa, ma spazia tra i vari ambiti: dallo storico al mystery, passando per il romanzo di formazione o d’avventura; esistono romanzi Young Adult per ogni gusto. In anni recenti la narrativa fantastica è stata invasa da romanzi di questo tipo. Prima è stata la volta del fantasy, basti pensare a Harry Potter; ora, sempre più spesso, lo YA si sposa con la fantascienza distopica, come avviene con Suzanne Collins, James Dashner e Veronica Roth.
È importante però non confondere la letteratura che piace ai più giovani con quella che è stata pensata per un pubblico di giovani. Il fatto che Il signore degli anelli sia popolare tra gli adolescenti appassionati di fantasy non lo rende certo uno Young Adult

Il New Adult è una nuova moda arrivata in libreria da alcuni anni e anche in Italia il successo si è rivelato notevole, come nel caso di Lo Splendido Disastro di Jamie McGuire o After di Anna Todd. Ma New Adult e Young Adult sono diversi.
Il New Adult si incentra su una fase della vita più adulta, durante la quale i personaggi devono affrontare sfide diverse: il passaggio dal Liceo all’Università, o la ricerca del primo lavoro. In modo analogo, il pubblico di riferimento del New Adult è più maturo, un “target” dai diciotto ai trent’anni.
Inoltre nel New Adult, a differenza dello YA, l’ambientazione è contemporanea, realistica, e con tematiche quasi sempre legate a problemi concreti e situazioni amorose. Mancano gli scenari fantasy e futuristici che hanno così ampio spazio nello Young Adult. Motivo per cui è definito spesso anche Adult Contemporary.  
La cosa importante è che la tua vita sta cambiando e tutto è in fase di transizione.
Le tematiche tendono a essere più adulte, realistiche, marcatamente meno teen, e i protagonisti si confrontano con problemi reali, molte meno seghe mentali rispetto al tipico romanzo YA. Sesso, droga e rock&roll; un po' cliché, ma sempre calzante.  I protagonisti sono spesso un po' maledetti e hanno o hanno avuto problemi di droga; le eroine devono lasciarsi alle spalle storie passate di abuso. C'è molto più sesso in un libro New Adult, e non è lasciato all'immaginazione, come nello YA. Nulla di erotico (o stupido...) come nelle Cinquanta Sfumature, ma i personaggi tendono a parlare onestamente di sesso perché questi libri sono legati a un periodo dell'esistenza in cui le persone stanno sperimentando con la loro sessualità.
 
Quindi, se state cercando di decidere se il vostro romanzo è YA, NA o un banalissimo romanzo per ragazzi, provate a domandarvi che tipo di persone sono i vostri protagonisti. Vanno ancora al liceo? O sono già all'università? Non hanno ancora incominciato la materna? Stanno vivendo la loro giovinezza o stanno gettando le basi per la loro futura carriera? Che tipo di problemi hanno, a cosa sono legati? Sono in fase di transizione, devono ancora sperimentare la vita? Oppure sono già abbastanza autoconsapevoli e hanno deciso che è solo il momento di cambiare?
 
Dove sono le Rainbow Rowell, le Non Pratt, i Jesse Andrews italiani?
Fatevi avanti...

A breve comunicheremo le date della prossima selezione